Il giallo europeo nel mirino

n°11

 

>> Letture

Detective di quartiere

Dos y dos son cinco*

Laura Malasaña

Ediciones Barataria, 2007, pagine 309

Javier Sánchez Zapatero
Traduzione di Giuseppina La Ciura

 

Dos y dos son cinco, opera prima della scrittrice e giornalista catalana Laura Malasana, comprende tre brevi racconti che hanno come protagonista Manuel Molina. Stanco della routine del suo lavoro in fabbrica, Molina decide di dare una svolta radicale alla sua vita e, aiutato da un corso di formazione a distanza e dalla lettura meticolosa di “Il manuale del detective di prima classe ” si trasforma in detective privato. Malgrado le reticenze con cui la sua famiglia accoglie il suo cambiamento di lavoro, Molina riesce a mettere su un ufficio ed anche ad assumere una segretaria, Elena, che risulterà essere un contrappunto perfetto, pieno di discrezione e senso comune, all ‘impulsività che muove tutte le sue azioni. La loro interazione è, di fatto, uno dei pregi maggiori dei racconti, che mostrano una costante dialettica tra la sensazione d'illusione e l' ingenuo fantasticare che sembra circondare Molina nel suo lavoro e l'analitica freddezza con la quale la sua giovane segretaria è solita affrontare le cose. La donchisciottesca visione del mondo di Molina –trasmessa grazie alla sua condizione di narratore e filtro attraverso cui sono comunicati al lettore gli avvenimenti- provoca alcuni dei momenti d'ilarità dei racconti e, nel contempo, ne accentua il profilo antieroico graficamente messo in evidenza nel primo dei racconti brevi della raccolta. Lontano dall'immagine senza macchia dei detective classici del genere e dalla gravità dei casi con cui devono confrontarsi, in “Il misterioso caso dell'assassino dei cani”, Molina, abbigliato con una felpa azzurra, è assunto per incontrare il responsabile della morte delle mascotte delle vecchie signore del quartiere.

Molto agili e scritte con così tanto ritmo ed amenità che risulta difficile non leggerle d'un fiato, le storie che compongono l'opera di Laura Malasana spiccano per il tono costumbrista - talvolta al limite del “esperpento”**- con il quale l'autrice ricrea la quotidianità del quartiere nel quale vive il detective. Ironici e critici, i racconti che hanno come protagonista Molina e il suo contesto mettono il lettore in contatto con un'atmosfera di banlieue molto realistica. Così installato a Terrosa-“ vecchio mucchio di macerie di stabilimenti tessili e fabbriche messi l'uno accanto all'altro come in un defilé che le diede senso un tempo per poi abbandonarla piena di disoccupati e di donne delle pulizie”- il protagonista di Dos y dos son cinco contempla con preoccupazione come i grandi casi e la vita eroica che aveva sognato nel momento di creare la sua agenzia non arrivino mai e come egli debba farsi carico di casi che hanno a che fare con la morte di cani, la sparizione di bottiglie di vino rosso o il furto di video cassette. L'apparente modestia delle investigazioni che deve affrontare è compensata dal fatto che , come fa notare orgoglioso Molina ogni volta che può, “ne hanno parlato in tv” e che esse servono al detective per dimostrare a Conchi, sua moglie, che abbandonare il lavoro sicuro della fabbrica per l'incognita sempre sognata dell'ufficio d'investigazione non era un idea tanto dissennata come pensava lei. Infatti, nel terzo dei brevi racconti inclusi nell'opera “Il misterioso caso del famoso impertinente” sarà proprio la moglie quella che accoglierà con più illusione il caso con cui dovrà confrontarsi Molina_ Egli , in piene vacanze familiari sulla costa di Almeria, dovrà spiegare la sparizione di una video cassetta nella quale un paio di paparazzi hanno filmato due celebrità che passeggiavano insieme sulla spiaggia.

Piacevole e divertente, Dos y dos son cinco avverte del potenziale narrativo della sua creatrice della quale si spera si possano vedere presto altri titoli in libreria. La sua freschezza, ironia e abilità narrativa fanno di Laura Malasana uno dei nomi chiamati ad essere presenti in modo imprescindibile tra le nuove generazioni di autori spagnoli.

* “Due più due fa cinque”
** Esperpento è un genere letterario grottesco creato da Ramon Del Valle- Inclán


powered by FreeFind

© 2005 europolar

Home | Editoriale | Redazione | Traduttori | Archivi | Links | Webmaster | Mappa del sito | Webmaster: Emma